2022. Azione #40 – “Geological Identities” MIGRAZIONI

ACTIONS PER in/FINITE FORMS 2 (2016-2030) 

“Suspended Rocks: Geological Identities”, 2022
Stanza 650 X 550 cm., n. 1322 sassi e contenitori di vetro.

“Migrazione/Migration”; a cura di Antonio Carlo Ponti, Museo Civico di Palazzo della Penna, Perugia (IT); iniziativa del Comitato di Gemellaggio Perugia/Seattle, presidente Elisabetta Valentini; con Wilma Lok, Tonina Cecchetti, Paul Goldstein, Kim See Jin, Paolo Lattaioli, Humarira Abid, Iole Alessandrini, Sandford&Gosti, Mary Coss, Malaya Gormally.

 

2022. Azione #39 – “Did you iron my blue shirt?” IRON

Did you iron my blue shirt? Hai stirato la mia camicia rossa?”, 2022
20 x 10 x 280 cm., tecnica mista su oggetto industriale/mixed media on industrial object.

ACTIONS PER in/FINITE FORMS 2 (2016-2030) 

Did you iron my blue shirt? Hai stirato la mia camicia rossa?
Is it blue/light-blue or red/pink? È blu/celeste o rosso/rosa?

Sandford&Gosti lavorano sotto un’unica firma dal 2000 sul progetto AZIONI PER FORME in/FINITE; riuniti sotto la teoria del colore e l’elaborazione della struttura le loro opere migrano costantemente e si modificano tra il naturale e il ready-made. Hanno partecipato ad eventi su 5 dei 7 continenti.

mostra collettiva, freemocco a.p.s con il Patrocinio del Comune di Deruta

titolo/title: IRON:

Sara Tosti, Sandor Valy, Danilo Fiorucci, Laura Vdb Facchini, Lea Contestabile, Benedetta Galli, Caterina Ciuffetelli, Primarosa Cesarini Sforza, Massimo Ruiu, Virginia Ryan, Medina Zabo, Sara Cancellieri, Sandford&Gosti, Alessandra Baldoni, Nea Lindgrèn, Elly Nagaoka, Rita Albertini, Silvia Stuky, Luigi Fucchi, Fariba Karimi, Veronica Montanino, Yongxu Wang, Adwoa Amoah, Polly Brooks, Gary Jo Gardenhire, Adwoa Amoah, Carlo Dell’amico, Jennie Temple, Justin Randolph Thompson

a cura di/ curated by: Virginia Ryan e Benedetta Galli

luogo/place: Il Granaio, Piazza Cavour 1, 06053 Deruta (Rione Valle)

periodo della mostra/period of the exhibition: 12/26 agosto 2022

orari apertura mostra/exhibition opening times: 11/13 – 17/19, tutti i giorni

contatti/contact: info@freemocco.com – cell 3491339086

IRON:

The collective exhibition IRON developed from a quote by the activist and writer Betty Friedan. In her book The Feminine Mystique (1963) she wrote “It is easier to live life through someone else than to become complete yourself”. The artists worked around the theme exploring issues such as control, domination over the body, desire and sexuality. Exhibited works re-imagined the nuances around both the word and material object IRON.

With the written contributions of the following arts-writers and critics: Manuela De Leonardis, Mara Predicatori, Davide Silvioli, Emma Tramontana and Antonella Cristina Manni

Il progetto espositivo IRON trova la sua genesi nella citazione dell’attivista statunitense Betty Friedan nel libro The Feminine Mystique (1963) “È più facile vivere attraverso qualcun altro che diventare un completo te stesso”. Gli artisti hanno lavorato attorno a questo campo di specificità dando origine ad un dibattito intorno ai temi del contemporaneo come il controllo, il dominio del corpo, del desiderio e della sessualità. Le opere in mostra sono state inoltre pensate sulle molteplici declinazioni del termine iron /ferro.

Hanno partecipato, sul tema della mostra, diversi autori con dei testi pubblicati nel libro di mostra: Manuela De Leonardis, Mara Predicatori, Davide Silvioli, Emma Tramontana e Antonella Cristina Manni.

freemocco edizioni:

La pubblicazione IRON, verrà realizzata grazie al progetto freemoccoXl’arte, disponibile in mostra, oppure nel sito www.freemocco.com.

 

2022. Azione #38 – #Coloredshirtscubespace

Installazione, performance, serigrafia, per il progetto “KIUB – Kreative Interactive Urban Lab”; ‘IL RIGO’ di Corciano (PG); relazioni di comunità per generare spazi comuni – progetto vincitore della terza edizione del bando “Creative Living Lab” del Mic (Ministero della Cultura) Direzione Generale Creatività Contemporanea. Solo 37 i progetti ammessi a finanziamento su oltre 1560 candidature da tutta Italia di cui oltre 50 pervenute dall’Umbria. Promosso e condotto da Dance Gallery, KIUB è un progetto multidisciplinare di innovazione sociale che ha come obiettivo la creazione e la riqualificazione degli spazi di prossimità all’interno delle aree residenziali tramite la pratica artistica. #DGCC #CreativitaContemporanea #CreativeLivingLab 

ACTIONS PER in/FINITE FORMS 2 (2016-2030) 

Video di Gilles Dubroca
Video performance finale laboratorio “Abitare il gesto” a cura di Rita Petrone.
KIUB – improv, performance a cura del duo artistico VIDAVÈ.

Con Human, interpreti HumanBodies in Artgarage, Napoli.

Domenica 27 marzo, doppio appuntamento del #progettokiub

Installazione proposta all’interno del progetto “KIUB – Kreative Interactive Urban Lab –“

ORE 11:00 Installazione #Coloredshirtcubespace

Appuntamento davanti al vecchio Circolo per un’azione partecipata a sorpresa insieme agli artisti Sandford&Gosti.

ORE 16:00 Racconti del Rigo

Insieme all’Arch. Valter Gosti al nuovo Circolo del Rigo, ascolteremo le storie del quartiere, dalla sua nascita, al suo sviluppo, così come le storie di ogni singolo partecipante.

Per l’occasione verrà allestito un set fotografico per realizzare dei ritratti in bianco e nero dei cantastorie.

#DGCC #CreativitaContemporanea #CreativeLivingLab #KIUB #DanceGallery

www. progettokiub.it

Facebook https://www.facebook.com/CreativitaContemporanea 

Instagram: https://www.instagram.com/creativita_contemporanea 

YouTube: https://www.youtube.com/c/direzionegeneralecreativitacontemporanea

Save the Date – 19.12.2021 ore 17

da tenere a mente – Inauguriamo una mostra “Culture on Hold – Where art needs to be” – domenica 19 dicembre 2021, ore 17 – a TANGRAM Interior Design di Perugia- Via B. Bonfigli 8 (di fronte Cinema Zenith). Speriamo di vedervi. Più dettagli seguiranno. Saluti, SANDFORD&GOSTI.

2020 – 2005. Azione #9 High tree pendente, Casa Scotti, Perugia, (IT). visions

AZIONI PER FORME in/FINITE 2 (2016-2030)

 

2019 Azione #26 – “Motif Series” Central Tunis (Tunisia)

AZIONI PER FORME in/FINITE 2 (2016-2030)

Motif Series a Central Tunis dal 19 ottobre – al 26 ottobre 2019

Performance “Sotto-Sopra” 19 ottobre

with the generous support of the Istituto Italiano di Cultura a Tunis

all interno di OPEN ART WEEK ideato dall’organizzazione no-profit REA (Italia), realizzato in collaborazione con la Fondazione Rambourg in Tunisia – sponsorizzato da TunisAir

OPEN ART WEEK è un progetto nato per connettere artisti e spazi indipendenti nel mondo attraverso l’organizzazione di una settimana d’arte contemporanea itinerante. La manifestazione viaggia da una città all’altra, ospitata da piattaforme solidali di spazi d’arte che collaborano per scambiarsi creativi e, attraverso essi, promuovere internazionalmente la scena artistica più attuale della propria città e paese. Protagonisti di OPEN ART WEEK sono cinema, teatri, gallerie, centri d’arte, ateliers, musei, collettivi… che ogni anno contribuiscono attivamente alla creazione di un programma aperto a pratiche, discipline e culture innovative e rilevanti nel nostro tempo.

Si ringrazia specialmente – We would like to thank: Gaia Toschi, Emna Ben Yedder, Soumaya Cosmitto, and Polly Brooks.

2019 Azione #25 – “Ring Series: Addition” ADDart Spoleto (IT)

AZIONI PER FORME in/FINITE 2 (2016-2030)

dal 21 settembre – al 16 november 2019

testo critico di ALESSANDRA MIGLIORATI

Galleria d’Arte Contemporanea, Via Palazzo de Duchi 6 – http://www.add-art.it

Direzione Amministrativa: Lorenzo Rossi
Direzione Artistica: Alessia Vergari
Assistente di galleria: Noemi De Simone

Aperto su appuntamento:
info@add-art.it | +39 334 5380780

Ring Series – Addition. Per un mondo a colori

Di Alessandra Migliorati

Perché mai lavorare ancora sul colore come cosa in sé dopo gli esiti ultimi dell’astrattismo classico? Perché mai tornare a farlo su una forma geometrica, fra le tante, la più carica di simbologie legate alla perfetta circolarità del cosmo e del divenire? Il nome scelto da Sandford&Gosti per le opere in mostra offre già per buona parte risposta a queste domande. Fuori dai millenari simbolismi esoterico-religiosi, questo non è cerchio, ma anello (ring) ad evocare l’idea di legame, congiunzione, interrelazione circolare. Un “anello” che nega la fissità conchiusa della forma geometrica per una voluta imprecisione di stampa, sempre, nello sfondo e nella sua traccia, perché è nell’imperfezione, insegna il Wabi-Sabi, che risiede la bellezza: dove nulla è certo, tutto è possibile, la frattura, il graffio, la sbavatura narrano e avviano una storia ogni volta diversa.

Ebbene, l’impegnativo e multiforme lavoro cui Sandford&Gosti si dedicano dal 2000 AZIONE PER FORME in/FINITEe al quale appartiene anche la Ring Series, ha come nodo focale proprio la verifica di inediti rapporti relazionali tra oggetti, materie, elementi cromatici allestiti in partiture sintattiche di un’accostante, quanto apparente, casualità. Le più semplici e povere cose dell’esistente naturale, corde, legni, conchiglie, foglie cadute, amorevolmente raccolti e classificati nella loro “imperfezione” per una sorta di ecosistemica wunderkammer, riferiscono dell’incessante vicenda e bellezza di ciò che l’uomo, nella sua volontaria “cattività” urbana, stenta sempre più a percepire: la dimensione sorda e silente, siderale, della pietra, la vita che ancora alberga nel ramo spezzato, il ritmo dell’onda, costante come un respiro, nelle increspature di una conchiglia, la folta chioma dell’albero scossa dal vento nella foglia caduta. Accanto a questi elementi visivi e tattili di un “primario” naturale, la presenza dei quattro colori (rosso, giallo, verde, blu) garantisce la classificazione anche della luce solare senza la quale non c’è vita né visione. E se “gli occhi sono lo specchio dell’anima” e gli occhi vedono la luce, quei colori, rosso-giallo-blu, che abitualmente definiamo “primari” (CYM) e nello spettro luminoso si esprimono come triade rosso-verde-blu (RGB), costituiscono insieme anche l’alfabeto elementare, non ulteriormente divisibile, con cui il nostro inconscio percepisce e racconta la propria individualità ed il suo rapporto con il mondo. Sperimentarne la variabilità, l’illimitata casistica di combinazioni, si può dire, equivalga alla conoscenza progressivamente acquisita ampliando il proprio linguaggio verbale, talvolta, come con la musica, peraltro toccando territori che la parola non riesce ancora a conquistare.

Da Delauney e Malevich, ad Albers e Rothko, la pittura ha indagato le più diverse facoltà espressive e costruttive del colore/pigmento nella sua astrazione. Sulla base di questi autorevoli precedenti e i più recenti studi sulle valenze cognitive della visione, la Ring Series di Sandford&Gosti ripostula, a partire dai due sistemi cromatici basici CYM (ciano-giallo-magenta ₌ colore della sostanza) e RGB (rosso-verde-blu ₌ colore della luce), l’infinita potenzialità di racconto dell’esistente come colore.

“Addizioni” cromatiche che, nel loro diverso inanellarsi in tinta, luminanzae saturazione, sollecitano emozioni e valori di senso, per “riacquistare” la vista e, con essa, l’anima delle cose, viatico ad un’E(co)stasi della visione.

 

2019 Azione #23 – “Suspended Rocks” performance / installation, Sound Scene XII: Amplify LISTEN CLOSELY, Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, Smithsonian, Washington DC (USA)

Performances June 29, 2pm and June 30, 10am, 2019.

This was made possible with the generous support of the Italian Cultural Institute Washington DC. Grazie infinite.

Special thanks to: RickyL for his music; Jocelyn Frank, PJ Tabit, Ian Fox of the DC Listening Lounge for the coordination, sound, and assistance; and Amy Bower of the Hirshhorn for making this happen.

Thank you also to Sara, Barbara, Dan, Mariellen, Carolina, Bill, June, Erin, and Atman for your presence and help assembling and dissembling.

Thank you to Sara Sandford for her photography.

Infinite gratitude to Alix and Tom Stock for helping us gather the DC rocks.

 

 

 

2019 Azione #21 – “RGB meteore” video performance, 10 degrees, Seattle, WA (USA)

Dedicated to Barbara O. Sandford on her 90th birthday.

Performance and video Sandford&Gosti, special guest Annemarie Löffl, photography Matteo Fiorucci, music Lava by Oceaninæ.

CC BY 2019

 

2017. Azione #14 – X° edizione VIAGGIATORI sulla FLAMINIA, 18° Itinerario / REPORT VALNERIA 2017, Progetto: Franco Troiani (Studio A’87); a cura di Emanuele De Donno, Giuliano Macchia, Fulvio Porena, Franco Troiani. Organizzazione: Ass. Viaggiatori sulla Flaminia, Ass. Viaindustriae, Studio A’87, Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto (IT).

2017. Azione #11 – “RGB meteore” – performance, special guest Annemarie Löffl, 7° Itinerario: Visionari. Reportage di viaggio in Valnerina a cura di Ass.ne Trebisonda – Danilo Fiorucci, Matteo Fiorucci, Benedetta Galli, Sandford&Gosti, Robert Lang.X° ed. Viaggiatori sulla Flaminia (Edoardo Sanguineti, per “Viaggiatori sulla Flaminia” 1998, dedicata all’Umbria terremotata).Progetto: Franco Troiani (Studio A’87); a cura di Emanuele De Donno, Giuliano Macchia, Fulvio Porena, FrancoTroiani. Organizzazione: Ass. Viaggiatori sulla Flaminia, Ass. Viaindustriae, Studio A’87, in Cerreto di Spoleto (IT).

2018 Azione #15 – “Aura Pendente” – Terni (ITALIA).

ACTIONS PER IN/FINITE FORMS 2 (2016 – 2030)

Installation e set Sandford&Gosti for Alice Gosti “Come diventare un partigiano”

Come diventare un partigiano, by Alice Gosti, a five hour performance presented on 9 June 2018, at CAOS, Centro arti opificio siri, produced by Indisciplinarte, and winner of the first edition of the Italian Council competition, promoted by the DGAAP of the Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT). Come diventare un partigiano was also made possible thanks to support from Velocity Dance Center, Open Flight Studio, and the Foundation for Contemporary Art Emergency Award.

Photo credits: Sandford&Gosti, Francesco Maria Carloni

Special thanks to Alice Gosti, to the troupe Lorraine Lau, Alyza DelPan-Monley, Kaitlin McCarthy, Anna Borini, Sharon Estacio, Fabiana Mangialardi, Cecilia Ventriglia, with Giulia Carotenuto, Monika Khot, and Amiya Brown for their creation, and thank you to Stephanie, Ab, Ryan, and Giorgio for their help.

 

2017. Azione #14 – “RGB meteore” – X° edizone VIAGGIATORI sulla FLAMINIA, Palazzo Collicola Arti Visive, Spoleto (ITALIA).

ACTIONS PER IN/FINITE FORMS 2 (2016 – 2030)

18° Itinerario / REPORT VALNERIA 2017: Progetto – Franco Troiani (Studio A’87); A cura di Emanuele De Donno, Giuliano Macchia, Fulvio Porena, Franco Troiani; Organizzazione – Ass. Viaggiatori sulla Flaminia, Ass. Viaindustriae, Studio A’87.

Performance Sandford&Gosti with Löffl: Visionari. Reportage di 7° Itinerario viaggio in Valnerina a cura di Ass.ne Trebisonda – con Danilo Fiorucci, Matteo Fiorucci, Benedetta Galli, Robert Lang.

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: